Newsletter


Nome:

Email:

Chi è online

 250 visitatori online

Sei il visitatore n.



Archivio Notizie

Eni: Pd “convocare vertici e sindacati su riorganizzazione raffinazione” PDF Stampa
Giovedì 17 Luglio 2014 10:59

“Chiediamo di convocare in audizione i vertici dell’Eni e le organizzazioni sindacali per approfondire la delicatissima questione della riorganizzazione delle unita’ produttive nel settore della raffinazione a causa un surplus di prodotto raffinato presente in Europa. Riorganizzazione annunciata dall’Amministratore Delegato dell’Eni, Claudio Descalzi”. Lo chiede il vice presidente del gruppo Pd della Camera, Andrea Martella, al presidente della commissione Attivita’ produttive, Guglielmo Epifani, in una lettera sottoscritta dai deputati Pd Luigi Taranto, Dario Ginefra, Elisa Mariano, Marco Donati, Fausto Raciti, Giovanni Burtone e Marco Carra. “Questo piano – scrivono i deputati democratici – metterebbe a rischio il futuro di realta’ industriali importanti come Porto Marghera, Gela, Taranto, Livorno oltre ad una serie di impianti petrolchimici come Priolo e Brindisi. Tale decisione tra l’altro verrebbe assunta in palese contraddizione con il piano industriale del management precedente che invece aveva assicurato una serie di investimenti proprio in alcuni dei siti oggi a rischio chiusura, come ad esempio Gela (700 milioni di investimenti) e Porto Marghera (100 milioni di investimenti), per produrre bio carburanti e realizzare impianti di chimica verde. Tutto questo ovviamente comporta il serio rischio di perdere centinaia di posti di lavoro con tutto cio’ che ne consegue. La rottura della trattativa tra Eni e organizzazioni sindacali ha gia’ fatto scattare proteste tra i lavoratori provocando serie tensioni in un settore strategico per l’industria italiana”. (ITALPRESS)



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites