Newsletter


Nome:

Email:

Chi è online

 434 visitatori online

Sei il visitatore n.



Archivio Notizie

Due bandi del fondo per la crescita sostenibile PDF Stampa
Giovedì 11 Dicembre 2014 10:48

Promuovere grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione elettroniche (ICT), coerenti con l’Agenda digitale italiana, e nel settore della cosiddetta industria sostenibile. È l'obiettivo dei due nuovi interventi del Fondo per la crescita sostenibile adottati dal Ministero dello Sviluppo economico con due Decreti del 15 ottobre 2014, pubblicati in Gazzetta Ufficiale il 4 e 5 dicembre 2014. 
I due interventi sono stati predisposti dal Ministero dello Sviluppo Economico sulla scorta dell'ampio interesse manifestato per il precedente bando del Fondo, che era finalizzato ad agevolare le proposte di innovazione delle imprese di piccola e media dimensione negli specifici ambiti tecnologici individuati dal programma europeo “Horizon 2020”: le risorse disponibili (300 milioni di euro), infatti, sono andate esaurite in soli due giorni. 
La dotazione finanziaria dei due nuovi interventi è pari a 150 milioni di euro per il bando "Agenda digitale" e a 250 milioni di euro per il bando "Industria sostenibile". I progetti di ricerca e sviluppo oggetto degli interventi devono prevedere spese ammissibili comprese tra i 5 milioni e i 40 milioni di euro e devono essere relativi a specifici ambiti di intervento definiti dal Programma UE "Horizon 2020", come: 

1) per “Industria sostenibile”, le tecnologie abilitanti fondamentali (micro-nanoelettronica, fotonica, materiali avanzati, sistemi avanzati di produzione e biotecnologia industriale) e alcune specifiche tematiche rilevanti (processi e impianti industriali, trasporti, aerospazio, TLC, tecnologie energetiche, costruzioni eco-sostenibili e tecnologie ambientali);

2) per “Agenda digitale”, le tecnologie abilitanti dell’informazione e della comunicazione coerenti con le finalità dell’Agenda digitale italiana e alcuni specifici settori applicativi (salute, formazione e inclusione sociale, cultura e turismo, mobilità e trasporti, energia e ambiente, monitoraggio e sicurezza del territorio, modernizzazione della P.A., telecomunicazioni e fabbrica intelligente). 

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese commerciali (comprese quelle artigiane di cui alla Legge n. 443/1985), le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale, i centri di ricerca con personalità giuridica e le start-up innovative di cui all'art. 25, comma 2, del D.L. n. 179/2012. 
Le agevolazioni sono concesse nella forma del finanziamento agevolato (con un tasso d'interesse pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione dell'agevolazione) per una percentuale delle spese ammissibili pari al 60% per le imprese di piccola e media dimensione e al 50% per le imprese di grande dimensione. Il finanziamento agevolato ha una durata massima di 8 anni, oltre un periodo di preammortamento della durata massima di 3 anni decorrenti dalla data del decreto di concessione. Inoltre, è prevista la concessione di un'agevolazione nella forma del contributo diretto alla spesa, fino al 15% delle spese ammissibili per le imprese di piccola e media dimensione e fino al 10% per quelle di grande dimensione.

I dettagli operativi dei due bandi (schemi delle istanze preliminari di accesso alle agevolazioni, modalità di applicazione dei criteri di valutazione indicati nei bandi e termini per la presentazione delle istanze stesse) verranno definiti con successivi provvedimenti del Direttore generale per gli incentivi alle imprese. 

Fonte: Fiscopiù - Giuffrè per i Commercialisti - 
www.fiscopiu.it/news/agenda-digitale-e- industria-sostenibile-due-nuovi-bandi-del-fondo-la-crescita-sostenibile 



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites